Carta Etica

Carta Etica

Codice Etico dell’EATA (Associazione Europea Analisi Transazionale)

L’Etica, nel suo senso più ampio, è una disciplina filosofica che studia le azioni umane, che include sia un intento morale che una volontà umana. L’Etica ipotizza l’abilità di scegliere come agire. Essa include l’abilità a scegliere in accordo ai propri parametri (etica soggettiva) e l’abilità di scegliere prendendo in considerazione la prospettiva degli altri (etica intersoggettiva).

La Deontologia è lo studio dell’obbligo morale e dell’impegno dei professionisti ad agire in modo etico.

Il Codice Deontologico offre una serie di prescrizioni che regolano il comportamento di un professionista nell’ottica della protezione dei diritti di ciascun utente. Queste sono strettamente collegate alle leggi vigenti della nazione e sono specifiche per i differenti corpi professionali.

L’obiettivo del Codice Etico e Deontologico è garantire i diritti umani così come l’essere protetto dalle leggi nazionali. Pertanto, nel presente Codice l’enfasi è posta sull’importanza di abbracciare chiari valori e principi etici con lo scopo di creare una cornice di riferimento per gestire un’ampia gamma di situazioni, anche se esse non sono specificamente descritte nel Codice Etico.

Questo approccio sposta il campo della pratica etica da una mera applicazione di regole, che denotano cosa si deve o non si deve fare, verso una considerazione dei valori e dei principi che guidano i professionisti nell’Analisi Transazionale.

 

Cuore del Codice Etico

L’Etica è una disciplina che rende espliciti i valori di base che facilitano il processo della realizzazione degli esseri umani.
I Valori derivano da una visione esistenziale e filosofica, sono validi per tutti e contribuiscono al benessere di se stessi e degli altri. Essi sono universali e trascendono sia dalle norme culturali sia dallo sviluppo della realizzazione individuale.
I Principi Etici derivano dai valori ed indicano gli atteggiamenti da assumere per tradurre i valori in pratica professionale. I principi, proprio per la loro natura, hanno bisogno di essere interpretati culturalmente: alcuni possono essere espressi in modo diverso in due diverse culture; essi inoltre sono validi per ogni persona, direttamente o indirettamente coinvolta con il professionista.

 

Valori di Base

Il Valore è ciò che è fondamentale per gli esseri umani per promuovere il proprio o l’altrui sviluppo e realizzazione. Esso include il riferimento alla legge naturale che aiuta le persone a comportarsi in modo rispettoso verso se stessi e verso gli altri. I seguenti valori identificati sono collegati ai Diritti Umani e sono inclusi nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Questa cornice di riferimento è congruente anche con la prospettiva filosofica ed esistenziale dell’Analisi Transazionale.

 

1 Dignità degli esseri umani

Ogni essere umano ha valore, al di là del sesso, della posizione sociale, del credo religioso, dell’origine etnica, della salute mentale o fisica, delle convinzioni politiche, dell’orientamento sessuale ecc.

2 Auto-determinazione

Ogni individuo è libero di decidere per il proprio futuro all’interno delle leggi nazionali del suo Paese e della dovuta considerazione dei propri ed altrui bisogni; ogni persona può imparare dall’esperienza ed avere la responsabilità di se stesso tenendo sempre in considerazione la natura del mondo e la libertà degli altri.

3 Salute

La stabilità fisica e mentale è diritto di ogni persona e deve essere attivamente salvaguardata.

4 Sicurezza

Ogni persona deve essere in grado di esplorare e crescere in un ambiente che promuova un senso di sicurezza.

5 Reciprocità

Ogni persona, considerando che vive e cresce in un mondo interpersonale, è reciprocamente coinvolta con il benessere altrui, e deve sviluppare un’interdipendenza con gli altri per poter costruire la sicurezza propria ed altrui.

 

Questi valori sono direttamente collegati gli uni agli altri ed influenzeranno i professionisti dell’Analisi Transazionale nella loro pratica professionale.

 

Principi Etici di Base

A causa della natura stessa dei valori e del loro significato nella vita umana volto a garantire il rispetto ed i diritti di ogni persona, è necessario identificare chiare linee guida per il comportamento che siano strettamente collegate a tali valori.
I principi etici derivano dai valori ed intendono essere un’indicazione nella pratica, con lo scopo di promuovere il benessere, lo sviluppo e la crescita di una persona; essi sono prescrittivi ed offrono dei criteri da seguire per avere un comportamento etico.
Usando i valori come punto di partenza, è possibile determinare un insieme di principi etici. I principali sono:

Rispetto

Empowerment

Protezione

Responsabilità

Impegno nelle relazioni

 

I professionisti dell’Analisi Transazionale terranno in considerazione ogni valore ed i rispettivi principi etici e si esamineranno per decidere quale atteggiamento assumere e come comportarsi in ognuna delle
aree menzionate.

 

1 Rispetto per ogni persona in quanto essere umano, al di là di ogni specifica caratteristica o qualità.

Verso il paziente: il professionista considera e cerca di comprendere pienamente la prospettiva personale di ogni individuo. Aiuterà la persona ad essere congruente con questa prospettiva personale. Il professionista fornirà il miglior servizio possibile al paziente. Garantirà, inoltre, un ambiente professionale e sicuro ed essendo consapevole del potere della sua posizione, sarà attento a creare un ambiente di fiducia, evitando ogni situazione che possa essere di sfruttamento, ecc..

● Verso se stesso: il professionista terrà in considerazione la sua propria prospettiva/le sue difficoltà/le sue preferenze e si invierà ad un altro collega competente i pazienti o le situazioni che non desidera seguire o non è in grado di seguire, ecc.

 

2 Empowerment enfatizza l’importanza del migliorare la crescita di ogni persona.

Verso il paziente: il professionista si impegna a lavorare sullo sviluppo della consapevolezza dei pazienti riguardo la loro dignità, responsabilità, i loro diritti, ecc.

Verso se stesso: il professionista mantiene una continua formazione nel campo specifico di specialità per espandere la sua conoscenza e prendersi cura della sua crescita professionale e personale, ecc.

 

3 Protezione implica il prendersi cura sia di se stessi che degli altri (fisicamente e mentalmente), sostenendo nella mente l’unicità ed il valore di ognuno.

Verso il paziente: il professionista offre un servizio adeguato ai pazienti fornendo un ambiente di lavoro sicuro (riservatezza, sicurezza fisica, consenso informato per le procedure ad alto rischio). Essi non stipulano e non mantengono un contratto professionale in cui altre attività o relazioni possono mettere a rischio il contratto professionale stesso; mantengono la riservatezza anche quando la relazione terapeutica è terminata, ecc.

Verso se stesso: il professionista si prende cura dei propri valori e del proprio processo di apprendimento e si rifiuta di lavorare in situazioni che lo possono mettere in conflitto con se stesso o che richiedono un livello di competenza superiore; si prende altresì cura della propria sicurezza e decide di porre fine alla relazione con il paziente se sperimenta qualsiasi disagio fisico o mentale che intralcia la sua capacità di lavorare in modo efficace e competente con il paziente, ecc.

 

4 Responsabilità implica tener presente le conseguenze delle proprie azioni.

Verso il paziente: il professionista fa chiari contratti ed interrompe la relazione professionale qualora il paziente non è in grado o non è desideroso di funzionare autonomamente e responsabilmente; non utilizzerà il paziente in nessun modo; agirà in modo che non danneggerà intenzionalmente il paziente, ecc.

Verso se stesso: il professionista conosce l’impatto della sua posizione sul paziente ed è attento al modo in cui gli risponde con lo scopo di promuovere il benessere ed impedire qualsiasi abuso, ecc

 

5 Impegno nelle relazioni implica sviluppare un interesse genuino rispetto al benessere del paziente.

Verso il paziente: il professionista è attento a tenere in considerazione il mondo interpersonale dell’individuo e a considerare il suo impatto su questo, ecc.

Verso se stesso ed i colleghi: il professionista si impegna in conferenze, condivide i contributi, ecc.

Back to Top