Il metodo dell’Analisi Transazionale coinvolge anche il ruolo dello psicoterapeuta e cioè il suo modo di porsi e di agire in senso terapeutico nei confronti del paziente. In generale si può dire che la seduta di psicoterapia in Analisi Transazionale si configura come un dialogo aperto, partecipato e attivo tra paziente e terapeuta. La natura della relazione e dei temi affrontati ne determinano un grado di profondità e un’intensità emotiva significativa, ma la gestione dei tempi, così come delle tematiche da affrontare viene sempre condivisa e concordata con il paziente. Il terapeuta può quindi fare domande, spiegare dei concetti che chiarificano, condividere delle suggestioni o delle impressioni, sottolineare degli elementi che emergono dal discorso, sviluppare un confronto su alcuni aspetti contraddittori. Tutto ciò è comunque sempre accompagnato da un ascolto attivo, empatico e senza giudizio.