A livello formativo, lo Psicologo è laureato in Psicologia, ha svolto un periodo di circa un anno di tirocinio e successivamente ha superato l’Esame di Stato per esercitare la professione ed entrare nell’Albo dell’Ordine degli Psicologi della regione di appartenenza (Sezione A).

Lo psicoterapeuta può essere uno psicologo che quindi avrà svolto tutti i passi precedenti oppure un medico. In aggiunta ai passaggi formativi precedenti, lo Psicologo Psicoterapeuta ha frequentato una scuola di specializzazione in psicoterapia della durata di almeno quattro anni riconosciuta dal MIUR e successivamente è inserito nella sezione B dell’Albo professionale.

A livello operativo, vi sono numerose differenze tra lo Psicologo clinico e lo Psicoterapeuta, la principale risiede nel fatto che lo Psicoterapeuta è l’unico abilitato a fare psicoterapia, ossia il trattamento finalizzato alla cura dei disturbi psicopatologici basato sull’interazione tra lo Psicoterapeuta e un paziente, una coppia, una famiglia o un gruppo.

Generalmente, la preparazione di uno psicoterapeuta risulta più approfondita rispetto a quella di uno psicologo, soprattutto per quanto riguarda la materia psicopatologica e le metodologie di cura. Inoltre, lo psicoterapeuta utilizza tecniche di intervento apprese durante il corso di specializzazione che non possono essere in alcun modo impiegate dagli psicologi.