La frequenza viene concordata con il paziente ad inizio percorso. Solitamente è prevista una seduta la settimana. Dalla mia esperienza ho potuto verificare che questa cadenza facilità l’andamento e l’efficacia della psicoterapia in quanto permette di entrare gradualmente in profondità sui temi più importanti e dare continuità ed intensità emotiva all’intervento. Esclusivamente in caso di particolare criticità si può prevedere un intensificarsi della frequenza delle sedute, ma non è la norma.

In fase di chiusura del percorso tendo a proporre una diminuzione della frequenza arrivando ad una seduta ogni 15 giorni. Il diradare gradualmente le sedute permette al paziente di sperimentare in un lasso di tempo via via maggiore le nuove consapevolezze ed acquisizioni che la psicoterapia ha generato.