La durata di un percorso di psicoterapia non è definibile a priori perchè le variabili in gioco sono tantissime. Detto ciò, in Analisi Transazionale si tende a distinguere tra psicoterapie a breve termine e psicoterapie a medio-lungo termine. Il criterio per la scelta tra queste due tipologie risiede nella definizione degli obiettivi del percorso e quindi nel contratto terapeutico. In termini generali possiamo dire che nei percorsi a breve termine l’obiettivo è il contenimento dell’ansia o dei vissuti più disturbanti con il fine di gestire in modo più funzionale la propria vita e i sintomi conseguenti. Per dare un’indicazione di massima che ovviamente deve poi tenere conto delle situazioni specifiche, si può dire che la durata media è di sei mesi per una psicoterapia breve e focalizzata. Nei percorsi a medio o lungo termine l’obiettivo terapeutico è un cambiamento a livello profondo sugli aspetti di personalità che hanno favorito o determinato l’insorgenza della problematica. In questi casi quindi il contratto terapeutico mira ad una trasformazione del copione di vita della persona. Si intende quindi un cambiamento di aspetti molto radicati nella storia e nell’identità della persona.